Statuto

Condizioni e fini

1° art.
Per volontà di un gruppo di persone è stato costituito un gruppo podistico denominato G.P. Bassano. Ad esso possono far parte tutti coloro che lo desiderano purchè accettino implicitamente le norme statutarie.

2° art.
Scopo della costituzione del G.P. è educativo ricreativo, turistico sportivo e sociale. Il G.P. è al di fuori di qualsiasi organizzazione politica e parapolitica e non persegue alcun scopo di lucro.

Organi del G.P. Bassano

3° art
Organi del G.P. Bassano sono:
a) L’assemblea Generale dei soci iscritti
b) Il Consiglio Direttivo
c) Il Presidente

L’Assemblea Generale

4° art.
L’Assemblea Generale è costituita da tutti i soci aderenti al G.P. Bassano e ha tutti i poteri deliberanti.
Essa può essere ordinaria o straordinaria.
Non possono essere eletti, nè partecipare alla votazione gli iscritti che non abbiano pagato i contributi associativi e che non abbiano raggiunto l’età di anni 16 (sedici).

5° art.
Spetta all’assemblea l’elezione del Consiglio Direttivo.
L’assemblea su convocazione del Presidente, dietro decisione del Consiglio Direttivo, si riunisce una volta all’anno entro la fine di dicembre, per l’esame dell’attività associativa e per l’approvazione dei bilanci, si riunisce in via straordinaria ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno o ne sia stata fatta richiesta da almeno un terzo degli elettori.
Gli organi sopra citati sono rieleggibili.

6° art.
In prima convocazione sarà convalidata solo con la presenza dell’80% del numero degli iscritti.
La seconda convocazione potrà essere effettuata dopo 1/2 ora e sarà resa valida dal 20% del n. degli iscritti.

7° art.
Le deliberazioni dell’Assemblea Generale sono prese a maggioranza dei presenti eccettuate quelle di modifica dello statuto, per le quali sono richieste i due terzi dei voti validi.

Il Consiglio Direttivo

8° art.
Il Consiglio Direttivo è costituito da un minimo di 5 (cinque) ad un massimo di 7 (sette) membri effettivi.

9° art.
Il Consiglio Direttivo rimane in carica per tre anni. I Consiglieri uscenti sono rieleggibili.
L’elezione è valida solo se accettata dall’elettore. A parità di voti sarà il socio da più tempo tesserato ; l’escluso sarà il primo della graduatoria di riserva. Nei posti vacanti del Direttivo fino al raggiungimento minimo di sette soci effettivi non sarà fatta nessuna sostituzione, diminuendo al di sotto del minimo richiesto sarà il Direttivo a decidere i rimpiazzi.
10° art.
I membri del Consiglio Direttivo decadono automaticamente qualora non intervengano alle riunioni del Consiglio per almeno 2 (due) volte consecutive senza giustificato motivo.

11° art.
Tutti i soci collaborano con il Presidente attivamente per l’attuazione degli scopi proposti dell’art. 2 per ogni altra iniziativa tesa allo sviluppo del G.P. Bassano, in particolare al compito di:
a) eseguire le delibere dell’assemblea, del Direttivo;
b) curare l’amministrazione ordinaria e straordinaria.

Il Presidente

12° art.
Il Presidente è eletto dal Consiglio Direttivo e rimane in carica per 3 (tre) anni e può essere rieletto.

Norme Generali

13° art.
Lo Statuto del G.P. Bassano può essere modificato dall’assemblea e dal Consiglio Direttivo.
Le variazioni possono essere proposte dal Consiglio Direttivo e da almeno 20 (venti) soci che ne facciano richiesta per iscritto almeno 15 giorni prima della convocazione dell’assemblea e comunicato tempestivamente ai Soci.
Il presente statuto entra in vigore al momento dell’approvazione.

14° art.
a) Non sono ammesse in seno ai G.P. Bassano iniziative personali in nome del gruppo, che non siano state autorizzate dal Consiglio Direttivo;
b) Non sono ammesse iniziative nè attività di singoli in concorrenza con quelle ufficiali programmate dal gruppo ed intenzionalmente tese a provocare danni sia morali che materiali al gruppo.
I contravventori sono passibili di espulsione dal gruppo stesso.
c) Il Consiglio declina ogni responsabilità per danni o mancanze gravi provocate dal comportamento di uno o più soci.

Regolamento per i Signori Marciatori

1) I marciatori che desiderassero partecipare alle marce, sono pregati di dare la loro adesione la settimana prima, e comunque non oltre il venerdì precedente la marcia.
2) Coloro che partecipano alla marcia, sono pregati di portare sempre la divisa del Gruppo, in caso contrario la manifestazione non verrà considerata nel calendario marce del Gruppo.
3) Chi non partecipa alla marcia con il Gruppo e desiderasse partecipare ad altra marcia, questa non sarà aggiunta alle precedenti.
4) Per quei soci che daranno l’adesione alle marce e poi non saranno presenti, a fine anno verranno classificati in graduatoria stabilita dal Consiglio Direttivo, o dall’assemblea generale.
5) Tutti i marciatori che si iscrivono ad una marcia, possibilmente, portino il denaro all’atto della iscrizione.
6) Coloro che desiderano partecipare, se prima non hanno regolato la precedente marcia, non saranno presi in nota per la successiva; questo per non danneggiare il già gravoso onere che il Gruppo è costretto a sostenere.
7) Si fa presente che per le marce effettuate con pulman, al momento stesso della adesione si intende che il pulman sarà a disposizione per l’intera giornata, in modo da concigliare marcia e gita turistica.
8) Gradiremo che quanto sopra esposto sia da sprone ad una migliore e compatta partecipazione alle future marce.